Celebrazioni collettive

Autunno, Inverno, Primavera, Estate, dalla semina al raccolto, nascono idee e desideri, vengono portati a termine progetti, alcuni si rivelano essere impraticabili e per questo cessano di esistere. La ruota gira continuamente, una ruota dell’anno e una ruota della vita che ci vede nascere, crescere, innamorarci dare alla luce bambini, costruire e trasformare relazioni e dissolverci. La biologia della vita è in stretto contatto con la natura, di cui è immagine manifesta nel mondo fenomenico. Dobbiamo allora orientarci a credere che esista un calendario dell’anima scandito da otto tappe annuali imprescindibili, che possiamo scegliere di celebrare consapevolmente o inconsciamente. Comunque sia saremo attraversati da quei particolari momenti dell’anno, che vivremo con responsabilità attiva o passiva. Sono otto Sabbat o Sabba che collegano insieme i cicli interiori con quelli esteriori, intervalli di tempo in cui le vicende cosmiche, stagionali, collettive e personali si fondono all’unisono. Sabbat è una parola che veniva usata per indicare i raduni di persone, che volessero in qualche modo celebrare una festività sacra o una ricorrenza come il Sabato Ebraico, chiamato appunto Sabbath reale origine del nome Sabbat. Quattro Sabba maggiori legati ai solisti ed equinozi e, quattro minori (ma non per importanza) considerate ricorrenze intermedie. Risveglio, Purificazione, Rinascita, Partecipazione, ogni ciclo celebra un’esperienza mistica relativa al contatto con la Natura, che corrisponde al contempo con un particolare movimento interiore dell’essere umano. Ecco allora che si fa più impellente la necessità di essere parte attiva di questi particolari momenti di cui l’anno solare è costellato, un bisogno di essere in armonia con il tutto di cui siamo manifestazioni nel reame dell’esperienza. Prepararsi a tali momenti e viverli consapevolmente, significa collaborare al grande progetto che il divino ha in serbo per noi, un disegno che prevede il risveglio della nostra coscienza.

Deborah Gorrieri

Prossimi appuntamenti:

EQUINOZIO DI AUTUNNO
22 settembre 2020

ONORARE GLI ANTENATI
31 ottobre 2020

SOLSTIZIO D’INVERNO
21 dicembre 2020

LA CANDELORA
02 febbraio 2021

EQUINOZIO DI PRIMAVERA
20 marzo 2021

LA DANZA DELL’ AMORE
30 aprile 2021

SOLSTIZIO D’ESTATE
21 giugno 2021

RINGRAZIAMENTO
01 agosto 2021

 

«Il corso dell’anno ha una sua propria vita.
A questa vita l’anima umana può partecipare.
Se fa agire su di sé quanto dalla vita dell’anno
diversamente le parla allora grazie ad una tale
partecipazione l’anima troverà veramente se stessa.»
R.Steiner

 

Senza un reale contatto con la stagionalità e i fenomeni naturali che ci coinvolgono durante l’anno, le esperienze rimangono incomplete. Corpo e Mente sono inseparabili esattamente come Terra e Cielo, ecco perché l’anno è disseminato di festività, per aiutarci a ricordare qualcosa di importante.

ORARI:

dalle 21:00 alle 22.30

SEDE:

Teatro Lavatoio – Santarcangelo 

La sede va sempre verificata perché è suscettibile di variazioni, specialmente nella stagione estiva.